PNRR e investimenti

54.109.361€
di investimento

38

Comuni coinvolti

3.574 km
coperti
605.000
cittadini serviti
Nell’ATO4-Lazio Meridionale è in corso un’attività finalizzata al potenziamento dell’intero sistema idrico e all’innalzamento della sua resilienza. Nell’ambito dei fondi messi a disposizione dal Ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità Sostenibili (MIMS) nel quadro “M2C4 – I4.2 (PERDITE IDRICHE)” del PNRR, l’Egato, con il supporto tecnico del gestore Acqualatina, ha avanzato le proprie proposte progettuali approvate in Conferenza dei Sindaci:

DA APPALTARE

IN CORSO

COMPLETATO

RILIEVI RETI IDRICHE

606.602 €

Completamento dei rilievi (in corso) per coprire i 4 mila km di reti idriche all’interno dell’ATO4.

SOFTWARE - DIGITAL WATER

2.400.000 €

Innovamento tecnologico della piattaforma informatica per poter gestire in maniera efficace l’ingente mole di dati generati dai sistemi di telecontrollo.

DISTRETTUALIZZAZIONE (DMA)

1.342.000 €

Implementazione della distrettualizzazione così da accrescere il numero di distretti presenti e migliorare la gestione e la manutenzione delle reti idriche.

SMART METERING

11.000.000 €

Sostituzione di 100.000 contatori d’utenza tradizionali con smart meters.

PRESSURE MANAGEMENT (PM)

592.702 €

Completamento della copertura delle reti dell’ambito di intervento con sistemi di gestione della pressione mediante installazione di nuove valvole di regolazione di pressione.

MODELLAZIONE E PROGETTAZIONE IDRAULICA

2.608.581 €

Creazione di un modello idraulico che consenta una più realistica e affidabile simulazione del funzionamento della rete.

MONITORAGGI PRESSIONE, RUMORE, CONDOTTE

754.440 €

Progettazione di un servizio di monitoraggio del rumore in grado di segnalare le perdite sulla rete idrica.

RICERCA PERDITE OCCULTE E RIPARAZIONE

3.291.501 €

Programmazione della ricerca di perdite occulte sistematica con metodi di pre-localizzazione tradizionali e innovativi.

LAVORI RISANAMENTO, PM, DMA

27.061.534 €

Bonifica della rete attraverso sostituzioni con e senza scavo delle condotte più ammalorate e con i più elevati tassi di dispersione idrica.

RECUPERO DISPERSIONI AMMINISTRATIVE

1.500.000 €

Recupero dei consumi non autorizzati mediante l’analisi incrociata di banche dati e attività di verifica in campo da parte di personale tecnico.

RISORSE UMANE

2.952.000 €

Aggiornamento delle figure esistenti e implementazione del gruppo di lavoro con i professionisti necessari al completamento degli ambiti di intervento.